Col portatile rubato a Padre e la connessione fregata all’Università

by lacapa

Ho rubato il portatile a Padre.

Dovete sapere che la vostra blogger preferita ha un computer fisso del paleolitico, cioè: ha due anni, che per un computer sono millenni.

Stamattina, sapendo che dovevo andare al Working Capital Camp e che ci sarebbero stati personaggi con aggeggi che neanche la Nasa, ho rubato il portatile a Padre. Lui ancora non lo sa.

E’ nuovo, pochi mesi di vita, ma pratico come un blocco di granito. Non so quanti pollici siano, però suppongo tanti. Da un minimo di trentasette ad un massimo di duecentosessanta, per intenderci. Ad ogni modo, mi ha conferito un’aura di autorità che mi è servita a farmi inquadrare da non so quanti operatori: sarò videogenica? Lo scoprirò presto. Su La7, considerando il tempo che il cameraman si è soffermato sulle mie mani che battono sulla tastiera, dovrebbero fare tutto un servizio su di me.

LaCapa e la sua infinita incompetenza informatica.

Ancora non ho conosciuto nessuno di quelli che avrei voluto, però lo farò più tardi. Mi giunge voce che l’illustre blogger catanese LaCapa sarà protagonista, assieme ad altri come lei, tra i quali tale Salvatore Aranzulla (bruscolini, insomma) di un piccolo talk show.

Si famoseggia, si famoseggia.

Presto farò come fanno tutti quelli che contano: mi troverò un portavoce che parli al posto mio.