S-post-ato

by lacapa

Avevo scritto un post bellissimo, giuro. Bellissimo.

Avreste riso per i prossimi dieci giorni, incapaci di fermarvi. Avreste deciso che sono la blogger più brava della blogosfera e mi avreste amata incondizionatamente e smodatamente per il resto dei vostri giorni, se solo l’aveste letto.

Invece mi s’è spento il pc e non c’era niente che io avessi salvato. Una sofferenza.

Era il classico post "il 2008 è stato, il 2009 sarà", ma aveva quel nonsoché in più che i miei post non troppo spesso hanno, e che fa aumentare esponenzialmente il numero dei lettori, con conseguente diminuzione del numero di commenti, a causa di non so quale legge matematica che mi sfugge.

La sostanza era che il 2008 non è stato, infine, malvagissimo, e che il 2009 è cominciato decisamente bene.

Per arrivare alla sostanza, però, il post passava attraverso la descrizione di SeMiRilasso ubriaca e cantereccia, attraverso una stringa interamente dedicata al turpiloquio gratuito, e attraverso quattro o cinque righe di puro delirio da flora-dipendenza.

Avevo scritto un post bellissimo, giuro. Bellissimo.