Futilità

by lacapa

I commenti alla mia non-più-fluente capigliatura sono stati dei più svariati e si sono assestati tutti sulla mia presunta somiglianza con tale Rizzo, una delle protagoniste del celeberrimo musical "Grease".

Mio fratello, stamattina, mi ha apostrofata:

<< Simba! Dove hai mollato Mufasa? >>

Con spiacevole allusione alla criniera leonina che secondo lui mi ritrovo. Ormai ho deciso di ignorare qualsiasi affermazione del genere e di cavalcare un’immaginaria onda revival anni ’80, sì da passare non per quella a cui il parrucchiere ha sbagliato taglio, al contrario per una che precorre le mode con il coraggio della Madonna dei tempi d’oro.

Oggi avrei tante cose da scrivere…

Ci sarebbe una parola da spendere per l’anonimo il quale, perdendo il suo preziosissimo tempo di domenica mattina, ha pensato che fosse cosa buona e giusta leggere i miei post e lasciare nell’apposito spazio messaggi offensivi. Uso il condizionale ["ci sarebbe"] perché non intendo farlo. Bagheisha e Cerveza hanno risposto alla perfezione e non mi sembra il caso di rovinare le loro già splendide parole…

Oggi avrei tante cose da scrivere…

E’ domenica ed è una settimana esatta da quando Dearfriend Ballerina è partita. E’ un vuoto, una nostalgia pressante. Sembrano mesi e mesi che non la vedo e anche se, soldi permettendo, ci siamo sentite più o meno ogni giorno, l’assenza si sta rivelando più pesante di quanto io credessi.

Mi tengo occupata, faccio duemila cose quotidianamente, mi sto impegnando in tante di quelle attività che la sera mi butto sul letto distrutta, pronta a ripiegarmi su me stessa come un castello di carte che si tiene fortunosamente in piedi.

Oggi avrei tante cose da scrivere…

Mi chiedo spesso, ultimamente, se la determinazione sia poi una cosa positiva. Parlavo con Miamiglioreamica, ieri, e ho capito tante cose. Cose che non sospettavo neanche e che un pochino fanno male, cose che avrei dovuto immaginare e delle quali avrei dovuto rendermi conto, se non fossi stata così intensamente concentrata sulla mia persona, cose che non fanno stare bene chi, in qualunque momento, sta al mio fianco in silenzio.

Probabilmente non è facile essermi amici.

Le mille cose che avrei da scrivere mi sembrano, all’improvviso, inutili.