Alcol in endovena

by lacapa

Dearfriend Porno: << Come va? >>
Io: << Tutto a posto. >>
Dearfriend Porno: << E’ vero o è solo una risposta convenzionale? >>
Io: << Te? Come va? >>
Dearfriend Porno: << Tutto a posto. >>
Io: << Messe bene entrambe, vedo. >>
Dearfriend Porno: << Stasera andiamo a bere? >>
Io: << Voglio sentirmi così male che dovrete portarmi a casa in braccio. >>
Dearfriend Porno: << Tutto a posto, eh. >>
Io: << Tutto a posto. >>

Non ho superato i test di ammissione della Scuola Superiore. Non ero all’altezza, evidentemente. Non so neanche a che posizione sono arrivata in graduatoria giacché nel file scaricato da internet ci sono solo otto nomi e otto punteggi, quelli dei geniali fanciulli degni di un istituto d’eccellenza.

Però mi sono divertita. Cioè, durante le prove, dico, mi sono divertita. Non sono stata ammessa: altri tre anni a casa coi miei. Tutto a posto.

Sempre più Dears pensano ad una fuga strategica verso l’altissimo nord, più lontane possibili dal profondo sud. E le loro partenze si avvicinano con una rapidità che mi spaventa.

Tra due settimane è il mio compleanno. Compirò diciannove anni e alcuni amici non saranno a festeggiare con me. Mio padre andrà a Genova, in quei giorni. Mi ha proposto di partire con lui, per vedere una città nuova e cambiare un po’ aria, ché pure lui se n’è accorto che di Catania ne ho piene le tasche.

Ho il fisiologico bisogno di ubriacarmi.

Per il resto, tutto a posto.