Femmena

by lacapa

Dearfriend Porno è una ragazza donna, una donna femmena, una femmena sicula.

Quando una ragazza-donna-femmena-sicula incontra un ragazzo-uomo-maschio-nordico con una dentatura bianca e perfetta, i capelli sfatti e l’aria da bello e dannato, la ragazza-donna-femmena-sicula cambia.

Se questo ragazzo-uomo-maschio-nordico è un certo CameriereFigo dell’Ostello, le cose si complicano ulteriormente, giacché le amiche [leggi: soprattutto io] incoraggiano tale passione forti della sicurezza che i lavoranti dell’Ostello non hanno rivali [leggi: non ci sono esseri umani di sesso maschile in grado di competere con MisterCameriere2008].

Dearfriend Porno tenta sempre di essere granitica, coi piedi piantati a terra e la testa ancorata sulle spalle, e ogni volta che qualcuno sfiora il suo orizzonte sentimentale lei chiude gli occhi e si sforza di non perdere la sua sacra razionalità per amore di quel qualcuno.

CameriereFigo, dal canto suo, evidentemente ci sa fare e sta riuscendo, piano piano, a staccare Dearfriend Porno dal suolo.

Lei ha deciso di prendere in mano le redini della situazione.

Quando andiamo all’Ostello, piuttosto che aspettare che sia lui a salutarla, si alza in piedi e se lo va a cercare, rimproverandolo perché lui, pur avendola vista, non si avvicina. Lo guarda con gli occhi a pesce lesso, però non gli dà la soddisfazione di cadergli ai piedi non appena lui le dice una parolina dolce.

I primi giorni che lui aveva il suo numero, lei non gli scriveva e passava il tempo sperando che ogni squillo fosse suo. Dopo poco, però, le si è parata davanti la spiazzante consapevolezza di essere femmena, così ha osato scrivergli per prima, fino ad arrivare a chiamarlo, ieri. Si sono visti, e poi in serata lei è andata all’Ostello, tutta per lui…

Adesso, Dearfriend Porno è una femmena con i piedi sulle nuvole e la testa tra le stelle. Ed è disperata, poiché si sta muovendo su un terreno minato che non le è congeniale.

Raccontandomi una loro piccola lite.

Lei [irritata]: << La prossima volta, appena prova a salutarmi. Calci in culo, si becca. E una mazzata tra capo e collo. >>

Lei [intenerita]: << Però, gioia mia. Se lui è uno che se la tira, il Papa è emo. >>

Lei [sconsolata]: << Uff… E’ un po’ come al solito. Una situazione "dannata" >>

Lei [nervosa]: << Sono incazzata come un treno. Stanotte l’ho sognato. Porca Puttana. >>

Io [ridendo]: << Ehhh, questo AlìBabà [il suo soprannome tra noi, nda]. >>

Lei [ancora più nervosa]: << Altro che AliBabà: questo mi fotte la testa assieme a tutti i quaranta ladroni. Bastardo. >>

Lei [traumatizzata]: << Sai cosa sto ascoltando? Io, cioè, io! Ghost! Sto ascoltando Ghost. Gravissimo. L’amore è per i deboli. Consigliami canzoni iper-romantiche da scaricare, devo arrivare ad avere la nausea delle romanticherie. Voglio una full immersion nelle smielate, pure roba napoletana. Roba pazzesca, da sparare a palla e odiare gli innamorati. Se in italiano, tanto meglio: conosco le parole e mi posso strappare i capelli cantando, con violenza. Adesso sai che faccio? Rido, e lancio roba per casa. Cioè, io. Dearfriend Porno con le canzoni romantiche. Ma siamo scemi? Non c’è più mondo. Il Papa non solo è emo, è pure punk e metallaro. No no. Ondeggio per casa, dondolandomi, con una penna in mano: canto oh my love, my darling. Mi taglio le vene con Boccelli, tra un po’. Bastardi gli innamorati. >>

Lei [decisa]: << Ora divento Testimone di Geova, o cattolica fino al midollo. Sesso e attrazione cancelliamoli dalla mia stupida testolina: solo dopo il matrimonio e tutti i sacramenti, e solo per procreare. >>

Lei [implorante]: << Com’è che fa quella canzone che dice "aiutami a distruggerti"? >>

Dearfriend Porno vuole sentirsi nauseata dall’amore, così non correrà il rischio di aver voglia di provarlo.

Chi le spiegherà che buttarsi su "Perdere l’amore" di Massimo Ranieri non è la maniera giusta per non pensare a CameriereFigo?

Dearfriend Porno è una femmena che non vuole rinunciare alla sua invulnerabilità femminile, eppure l’ha già persa davanti ad un sorriso candido, ad un accento nord-italico e ad una fascia che tiene raccolti folti capelli lisci, tutti da accarezzare.